Other things:

:: Cronology
:: Merchandising
:: Bandcamp
:: Facebook
:: Wikipedia
:: Soundcloud
:: YouTube

:: CONTACTS






La poetica di questa musica

(da una lettera a Lia Vassalli)

“visitavo il Duomo di Reggio Emilia, che è bruttino, fatiscente, ma per quello affascinante. Mi dava un'idea di fede 'venuta male', quasi abitudinaria, che ha a che vedere solo con a Religione con la 'R' maiuscola ma non con l'anima.
Questa invece ha la 'a' minuscola, individuale, irrapresentabile e muta, ed è a questa che un po' riesco a credere, ed è il suo silenzio quello a cui mi vorrei rivolgere con la mia musica semplice.

Oggi ho come il bisogno di cose sottili, che si staccano appena dal silenzio, senza invadere, ma non sempre sono in grado di farle o trovarle. Vorrei che Sparkle in Grey fosse il contrario di giornali e telegiornali, dei litigi familiari e delle riunioni di lavoro."

(Hue)